Mese: aprile 2015

Che il mondo sia diviso in due emisferi è una cosa ovvia. Che si valichino le colonne d’Ercole senza capitali al seguito è ancora molto difficile da accettare per una umanità che non è in grado di commuoversi, non perchè temprata dalle catastrofi ma resa insensibile dalla “banalità del male”. Ciò è molto grave perchè uccide l’uomo. Eppure c’è chi pronuncia frasi che si armonizzerebbero con il linguaggio di un cecchino durante la guerra dei Balcani. Sniper.

Gramellini parla del parlamento ucraino che sancisce l’equiparazione del comunismo al nazismo. Quando parla di cose popolari dice pure qualcosa di giusto ma quando si cimenta in qualcosa di più ardito dovrebbe fare attenzione. Primo, perché il parlamento ucraino non dovrebbe essere preso in considerazione. Secondo, perché l’argomento è di una complessità ideologica davvero notevole. Se poi si tratta di fare contenti i ragazzini che si affacciano alla politica è un’altra cosa.