Programmi di fine autunno

stapleton-park-near-pontefract-sun-1877928623700.jpg

Stapleton Park near Pontefract Sun – John Atkinson Grimshaw; 1877

È un po’ che non parlo di Poesia. Non sono per le relazioni artistiche monogame, preferisco le relazioni aperte a tutte le possibilità, il confronto con tutte le forme d’arte. Si capiscono i propri limiti e le proprie possibilità solo mettendosi in gioco all’esterno del circolo ristretto in cui si vive. Quindi anche in questo autunno inoltrato ho accumulato una serie di progetti da sviluppare nel futuro prossimo.

C’è un evento che sto preparando con la danzatrice e coreografa Maria Borgese, la collaborazione con una testata pontina, e la trilogia poetico-teatrale delle mie Donne che sta per essere ultimata.

Aspetto poi con ansia di leggere il saggio in uscita per Edilet e curato da Marco Onofrio su trenta poetesse contemporanee di particolare interesse letterario, tra le quali figuro anche io.

I Capelli Struggenti di Krauspenhaar

OutOut Magazine

di Antonia Rizzo

capelli.jpg

Capelli struggenti è un libro di poesia scritto da Franz Krauspenhaar  e pubblicato da Marco Saya nel 2016.  Scrittore milanese, Krauspenhaar è di origine tedesca per parte di padre, la madre è invece calabrese. Ha pubblicato ad oggi nove romanzi, un saggio narrativo, cinque libri di poesie e ha collaborato alla stesura di raccolte poetiche e narrative.

View original post 366 altre parole

Una fotografa d’arte a Roma: Magnolia Gashy — CulturaMente

Conosciamo una giovane fotografa molto conosciuta nell’ambiente artistico romano: Magnolia Gashy. Albanese di nascita, si trasferisce a Roma da bambina stabilendo nella capitale il luogo dei suoi affetti e della sua professione. Ma il suo indomito spirito ereditato dalla “terra delle aquile” si manifesta nella sua fisicità passionale e fiera. Ha al suo attivo migliaia…

via Una fotografa d’arte a Roma: Magnolia Gashy — CulturaMente

Antonella Rizzo e la sua Ipazia: donne libere e sapienti tra profumi e velette

L'Arco di Aprilia

Affascinante e artistico il salotto culturale tenutosi presso la Profumeria Prioli, sabato scorso, in occasione della presentazione della plaquet di Antonella Rizzo “Lettera di Ipazia a Teone” (Fusibilia libri).

ipa 4.jpg

Antonella Rizzo, affiancata nel dialogo corrisposto con il pubblico da una illuminata Fabrizia Ranelletti, ha porto, così, le tematiche sulla libertà, sulla conoscenza e l’essere donna da difendere oltre ogni paura.

ipa 10 Fabrizia Ranelletti – Foto di Angela Marano

In una lettera indirizzata al padre Teone, Ipazia con stanze struggenti spiega la  sua brama di conoscenza e il piacere che questa le suscita.

L’idea di scrivere sull’affascinante emblema femminile dell’antichità nasce dalla curiosità della nostra poeta verso le donne dell’antichità, il loro fare, dire, costruire e la  loro capacità di entrare nella storia.

ipa-7.jpg foto di Angela Marano

ipa 11 Laura Di Marco – Foto di Angela Marano

L’accoglienza dell’aroma di patchouli ha subito creato la giusta e vivace empatia tra l’autrice, la sua Ipazia…

View original post 595 altre parole

“Lettera di Ipazia…” la nuova opera di Antonella Rizzo presentata ad Aprilia

L'Arco di Aprilia

“Lettera di Ipazia a Teone” è la nuova opera della scrittrice Antonella Rizzo, che verrà presentata in Aprilia sabato 11 novembre ore 17,00, presso La Profumeria Prioli.

L’evento, organizzato con il patrocinio dalla casa editrice Fusibilialibri e dall’Arco di Aprilia, sarà un incontro letterario performativo che vedrà in scena la vicepresidente della nostra associazione, insieme con Fabrizia Ranelletti e Maria Borgese.

Andata in scena nei teatri di Roma, la  Ipazia della Rizzo ha riscosso un grandissimo successo e ora arriva anche in città!

anto-fabrda dx Antonella Rizzo e Fabrizia Ranelletti

La plaquette,  a tiratura limitata, tratta della figura storica della filosofa e scienziata alessandrina Ipazia, che l’8 marzo 415 venne massacrata dai cristiani Parabolani, accoliti del vescovo Cirillo, che la Chiesa cattolica annovera tra i suoi padri e dottori, perché divenuta figura scomoda per il potere religioso. Ipazia è così riconosciuta come simbolo del martirio per il libero pensiero.

La poeta…

View original post 115 altre parole