Nel ventre della Dea 

Inizia un percorso attraverso il Mito del nostro territorio con  Maria Concetta Borgese,  danzatrice e coreografa; Antonella Rizzo, poetessa e Theo Allegretti, musicista e compositore. Nel ventre della Dea ripercorrerà gli antichi pellegrinaggi al Tempio di Giunone Sospita a Lanuvio.

Vista la particolarità del luogo sono previsti due orari di svolgimento della performance: dalle 17.30 alle 18.15 e dalle 19.00 alle 19.45

locandina_nelventredelladea51263268762.png

Su Culturamente lo spettacolo di Massimo Ranieri

Malìa, ovvero la forza invocata dal soprannaturale per influenzare il corso delle cose. Massimo Ranieri getta l’incantesimo con Malìa napoletana al Teatro Quirino di Roma; un incantesimo totale che non conosce antidoto sin dagli inizi della sua carriera. Lunedì 18 dicembre ho assistito alla prima del nuovo spettacolo del grande artista giunto alla maturità totale senza perdere minimamente le…

via Massimo Ranieri getta l’incantesimo con Malìa napoletana al Teatro Quirino — CulturaMente

I segreti della grande lirica: Chiara Taigi si racconta — CulturaMente

La soprano Chiara Taigi si racconta a Culturamente. Fiore all’occhiello della lirica italiana, è anche sui canali della BBC. La stella dell’opera italiana ha cantato il 10 novembre 2017 sotto la direzione del M° Xian Zhang in un concerto di apertura della stagione presso il noto teatro St. David’s Hall a Cardiff (Regno Unito). In diretta streaming…

via I segreti della grande lirica: Chiara Taigi si racconta — CulturaMente

Il Primo Ministro iracheno annuncia la “fine della guerra contro Daesh” in Iraq

Mondo Informazione Geopolitica

Di French-Al Manar, 9 dicembre 2017

Il primo ministro iracheno Haider al-Abadi ha dichiarato “la fine della guerra” che ha impegnato per tre anni  le forze Irachene  contro il gruppo Takfiro-Wahabita“Daesh-ISIS”.

timthumb.jpg Il presidente Iracheno Al-Abadi

“Le nostre forze controllano completamente il confine iracheno-siriano e così ho annunciato la fine della guerra contro Daesh” 

Ha aperto  così il suo discorso il premier Al-Abadi a Baghdad in occasione dell’apertura di una conferenza organizzata dal Sindacato dei giornalisti iracheni.

“Il nostro (…) nemico (…) voleva annientare la nostra civiltà, ma abbiamo vinto grazie alla nostra unità e alla nostra determinazione. Li abbiamo sconfitti in breve tempo “

Poco prima,  Hachd Chaabi (Unità di mobilitazione popolare) e l’esercito iracheno hanno annunciato il pieno controllo della linea di confine con la Siria, che corre a nord di al-Qaem fino a sud di Sinjar.

24852459_225586521315053_2428564127328242474_n.jpg La parte evidenziata in rosso è il territorio…

View original post 70 altre parole