I banchetti pitagorici di Walter Maioli

Ho conosciuto Walter Maioli qualche anno fa e abbiamo subito deciso di progettare qualcosa insieme; da una sua idea è nato il mio testo teatrale su Plotina che avremmo dovuto mettere in scena insieme. Sono successe diverse cose ma so che prima riusciremo a realizzarlo. Walter è una persona fuori dal tempo, così come noi possiamo concepirlo. Prima di tutto è uno studioso dalla personalità eclettica. Ricercatore, paleorganologo, polistrumentista e compositore italiano si è specializzato in archeologia sperimentale e musica, in particolare di musica dell’antichità e della preistoria.  Applica le sue intuizioni allo spettacolo, nella didattica e nella terapia, realizzando concerti, laboratori, esposizioni, installazioni, art works, CD, libri, suoni e musiche per il teatro, musei, video, film e progettazioni acustiche tra natura e tecnologia. Come leader del gruppo Synaulia (musica-danza e teatro dell’Antica Roma)  organizza concerti nelle aree archeologiche e musei di tutta Europa, in aree naturalistiche e in diversi circuiti musicali con I Suoni della Natura e della Preistoria. Indimenticabili le sue collaborazioni con Giorgio Albertazzi e Yoshi Oida e i suoi contributi al cinema con suoni, strumenti musicali e la partecipazione a “Il Gladiatore”, “Sogno di Una Notte di Mezza Estate” di “Michael Hoffman”, il serial “Roma”, “Nativity”, “Agorà”. Ho appena letto il suo ultimo testo  sull’alimentazione dell’antichità con il quale si prefigge di sconvolgere il modo di valutare l’alimentazione in generale,  i cibi e il sistema di cucinarli.  Sono considerazioni rivelate dalle antiche conoscenze che pratica nella quotidianità e che vanno oltre il concetto comune di alimentazione.  “Antica alimentazione vegetariana” è il nome del suo prossimo libro dove viene rivelato che l’alimentazione della Preistoria e dell’antichità è ben diversa dal  luogo comune dei grandi carnivori. Walter ci spiega come queste siano valutazioni ridotte e stereotipate, considerando le evidenze archeologiche.  Tutti conoscono Pitagora per la matematica, ma pochi sanno che era vegetariano come Leonardo e Einstein. Contemporaneamente al buddismo e ai grandi movimenti spirituali vegetariani, in Italia vi era il medesimo corrispettivo negli orfici e nei pitagorici.  Le antiche conoscenze ricordano che non ci si nutre solo di cibo solido o liquido, ma soprattutto di aria, di sole e di energie sottili elettromagnetiche e cosmiche.  Sorprende constatare che i Romani di base erano vegetariani, erbivori e crudisti, con una varietà di alimenti davvero impressionante, vantavano già quaranta tipi di diverse di mele e trenta di pere. I grandi filosofi Romani erano vegetariani:  Orazio, Cicerone, Lucrezio, Plutarco, Porfirio, Giamblico; così i  maestri dell’antichità  quali Aristotele, Platone, Alessandro Magno ed Orfeo, che fu il primo ad insegnare attraverso scuole e comunità l’esclusione dei cibi animali. Nel suo testo è possibile appropriarsi della saggezza dell’antichità compiendo un viaggio attraverso l’immaginario del Villaggio Globale dove, rintracciando le abitudini alimentari dei nostri antenati Preistorici, si può pensare a un futuro diverso. Le intuizioni di Walter Maioli sono supportate da anni di studi e di vita nei posti più improbabili del mondo. Il lato esperienziale, che costituisce la spina dorsale del lavoro di Walter, verrà attuato attraverso la realizzazione dei banchetti pitagorici,  conviviali immersi nella natura tra gli aromi bruciati nelle incensiere e gli antichi culti misterici. Vi terrò aggiornati, c’è bisogno di anima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

Ettore Massarese

un navigatore cortese

Hermes Curioso

Psicopompo! Cappello da viaggio e ali ai piedi, leggero e incostante, perennemente curioso.

sm

Io non coglierei la mela, sradicherei l'albero intero e lo inghiottirei, avara delle radici di Adamo (Serena Maffia)

Studio Legale Giorgio Di Micco

credo nel senso di giustizia e di libertà

La via del socialismo

Sito di riflessioni, recensioni di libri di storia e filosofia politica attinente al socialismo

Le Trame del destino: Libri e dintorni

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri” (Irving Stone)

Profumi di poesia

viaggi lirici ESsenziali

CulturaMente

La tua Dose Quotidiana di Cultura

Officina d'Arte OutOut

#laculturanonsiferma

Ettore Massarese

un navigatore cortese

Hermes Curioso

Psicopompo! Cappello da viaggio e ali ai piedi, leggero e incostante, perennemente curioso.

sm

Io non coglierei la mela, sradicherei l'albero intero e lo inghiottirei, avara delle radici di Adamo (Serena Maffia)

Studio Legale Giorgio Di Micco

credo nel senso di giustizia e di libertà

La via del socialismo

Sito di riflessioni, recensioni di libri di storia e filosofia politica attinente al socialismo

Le Trame del destino: Libri e dintorni

“Non ci sono amicizie più rapide di quelle tra persone che amano gli stessi libri” (Irving Stone)

Profumi di poesia

viaggi lirici ESsenziali

CulturaMente

La tua Dose Quotidiana di Cultura

Officina d'Arte OutOut

#laculturanonsiferma

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Parole di Pane

Un libro per dare voce a chi voce non ha

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

© Lidia Popa - Arte e inchiostro

Non è povero colui che si prende la cura di un ramo senza radici, ma colui che protegge delle radici senza rami. © Lidia Popa

la libraia virtuale

Recensioni e consigli di lettura

Del cielo stellato

Il blog di EdiLet - Edilazio Letteraria

L'Arco di Aprilia

La storia di Aprilia attraverso i suoi personaggi

nanita

la poesia, la natura, gli alberi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: