Ph. Fabrizio Tedeschi

25 novembre 2020

Il patriarcato, quello formale, è finito. Ci sono donne aggressive, che destabilizzano uomini, li gettano sul lastrico: è vero. Non è finito il maschilismo antropologico, quello fa parte di un’educazione profonda, interiore. Le donne aggressive hanno solo sviluppato delle strategie assertive allo scopo, anche la vendetta lo è. Se chiediamo a un milione di donne da 16 a 90 anni se hanno mai subito un abuso a sfondo sessuale la risposta è sì. Anche in un rapporto sentimentale, in una situazione tranquilla, l’uomo porta impresso nel profondo i segni di un maschilismo primitivo, spacciato da gioco. Fa parte di meccanismi neurologici sedimentati da risposte passive o fintamente attive, come quelle di “sfruttare” il lato debole per ottenere benefici. Il senso è quello di non assecondare una natura che può essere modificabile, in un progetto a lungo termine. Tutte le donne, dalle suore alle prostitute, ricche, povere, emancipate. C’è ancora tanto da fare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.