La mia lettura di “Archeologie del cielo” di Chiara Mutti

https://www.artapartofculture.net/2020/01/16/archeologie-del-cielo-la-vocazione-di-chiara-mutti-per-la-volta-celeste/“Archeologie del cielo” di Chiara Mutti

Ho amato le Archeologie del cielo di Chiara Mutti dal primo verso. E dalla prima immagine, perché la fotografia è arte nobile della contemplazione e della cristallizzazione. Leggendo ogni pagina del prezioso volume di poesie edito per Terre d’ulivi, una raccolta poetica e di scatti fotografici della Mutti con la dotta postfazione del Prof. Rino Caputo, ho pensato a Vitruvio e agli ingegni dell’antichità, alle pietre calpestate lungo le viae lapidibus stratae fuori città, in uno dei tanti siti archeologici di cui l’Italia è piena. I romani infatti, privilegiavano l’architettura fra le arti e l’attività del progettista era considerata come la più nobile perché capace di rappresentare la grandezza dell’impero…continua

Nel ventre della Dea 

Inizia un percorso attraverso il Mito del nostro territorio con  Maria Concetta Borgese,  danzatrice e coreografa; Antonella Rizzo, poetessa e Theo Allegretti, musicista e compositore. Nel ventre della Dea ripercorrerà gli antichi pellegrinaggi al Tempio di Giunone Sospita a Lanuvio.

Vista la particolarità del luogo sono previsti due orari di svolgimento della performance: dalle 17.30 alle 18.15 e dalle 19.00 alle 19.45

locandina_nelventredelladea51263268762.png

“Cleopatra. Divina Donna d’Inferno” a Lanuvio (Roma)

Loc5.CleopatraAntoRizzoJPEG (1)
”Il nuovo libro di Antonella Rizzo si inerpica su percorsi difficili, sfidando letteratura e interpretazioni rigide della storia. Cleopatra. Divina donna d’Inferno è un libro scritto con gran talento che dà al lettore il monologo straziante, tra versi e prose, di un personaggio che, ingiustamente ricordato come la capitolazione di un impero, qui si racconta donna, madre, amante, vittima di schermaglie politiche e sentimentali. Il tono intimo e fiero dell’Io narrante suggerisce una nuova figura di regina, il cui caposaldo è la dignità, irrinunciabile”.
Così descrive l’editrice Dona Amati l’ultimo lavoro di Antonella Rizzo che il Museo Civico Lanuvino, testimone della tradizione storico-archeologica dell’età classica, ha il piacere di presentare.
”Cleopatra. Divina donna d’Inferno” – Fusibilia Edizioni – sabato 15 Marzo 2014 alle ore 17:00 presso l’Aula Consiliare del Comune di Lanuvio (Via Roma, 20).
 Oltre all’autrice interverranno: Martina Ippolito, Luca Attenni, Sabina Caronia, Marco Onofrio con i saluti di Alessandro De Santis (Consigliere delegato alla Cultura).