Le figlie delle streghe

Le figlie delle streghe

Otto neo-scrittori contro la violenza sulle donne. Otto racconti inventati, otto autori che non accettano la condizione in cui le donne vivono ancora al giorno d’oggi.
Con questo intento è stato scritto “Le figlie delle streghe – ricordi di vite passate”, il libro edito dalla casa editrice FusibiliaLibri che verrà presentato il prossimo 31 gennaio presso l’ Associazione Terramatta, Via Tenuta Campoleone 7, Aprilia alle ore 18.

Questa raccolta di racconti sul tema dell’inquisizione, iniziata intorno alla fine dell’ XI secolo fino alla metà del XVI, vuole mettere ancora una volta l’accento su quanto poco siano cambiate le condizioni della donna in questi secoli.
Un libro ma anche un progetto nato dalla voglia degli autori di cambiare questa situazione. Il ricavato netto della vendita del libro infatti sarà interamente devoluto in beneficenza ad un associazione contro la violenza sulle donne
Gli otto neo-scrittori, Ilenia Plum, Laetitia Liguori, Valentina Cardone, Valentina Contessi, Rosa Palmieri, Cristina Graziosi, Marta Helmuth, Valter Blues, e le due curatrici Carin Gentile e Valentina Cardone, grazie anche al forte sostegno della casa editrice FusibiliaLibri, hanno deciso di pubblicare questa raccolta di racconti ambientati durante un periodo crudele per la storia della donna: l’Inquisizione, in cui, soprattutto le donne, venivano condannate e giudicate streghe, spesso semplicemente per la loro diversità e per la voglia di far valere i propri diritti.
I fatti di questo ultimo periodo relativi alla violenza sulle donne hanno spinto gli autori e le curatrici a mettersi in gioco, sostenendo in prima persona, grazie al libro, una delle associazioni che da sempre si occupa delle vittime di questa inaccettabile violenza.
Mercoledì 31 Gennaio, presso Terramatta, alle ore 18, vi invitiamo quindi a fare un passo in prima linea nella lotta contro la violenza di genere, seguendo la presentazione del libro “Le Figlie delle Streghe – Ricordi di vite passate”


Introduce : Dona Amati
Interviene : Antonella Rizzo

Lettera di Ipazia a Teone

Tempo fa scrissi una lettera immaginaria di Ipazia al padre Teone, che fu subito condivisa da moltissimi utenti sui blog e sui social. Questo mi ha convinto a pubblicarla in una plaquette per Fusibilia libri, l’editore che mi è maggiormente caro e che mi ha dato la possibilità di dare vita alle mie donne del passato e alla vocazione teatrale della mia poesia. La pubblicazione sta avendo un grande successo e ringrazio tutti coloro che hanno riconosciuto nella mia scrittura un sentimento che coltivavano da tempo, perchè il vero traguardo per chi fa arte è quello di riconoscere gli Universali in ogni angolo recondito della terra. ipazia copertina

 

Lettera di Ipazia a Teone

http://www.fusibilia.it/?p=4809

Autrice: Antonella Rizzo
Editore: FusibiliaLibri
Collana: Palco (collezione di teatro)
11,00 euro
ISBN 9788898649402

Lettera di Ipazia a Teone

8 marzo 415: la filosofa e scienziata greca Ipazia viene massacrata dai cristiani Parabolani, accoliti del vescovo Cirillo, che ora la santa (si fa per dire) madre chiesa annovera tra i suoi dottori. Ipazia, simbolo del martirio per il libero pensiero. Antonella A. Rizzo le ha ridato voce in un’immaginaria lettera, uno struggente testamento emotivo al padre Teone. Micaela Latini ha scritto l’introduzione, Tonia Losco ha firmato l’appendice e Dona Amati sta per pubblicarla. La plaquette sarà in tiratura limitata. Prenotatela su fusibilia@gmail.com

FB_IMG_1489174805153