Poesie per la Pace

69911929_10220400626392398_3654342227670335488_n

Poesie per la Pace, in occasione della Giornata Mondiale della Pace il 21 settembre 2019 propone, per l’ottavo anno consecutivo, un raduno collettivo per parlare di Pace attraverso la poesia, perché nulla è più forte di questo linguaggio intimo ed al contempo estraniante, chirurgico e infuocato, così semplice quando parla della complessità che rappresenta la nostra cifra, ma anche la nostra salvezza. Quest’anno il flash mob poetico di Roma si terrà al teatro Il Cantiere (Via Gustavo Modena, 92 – Piazza Belli – Trastevere).
Ingresso libero. L’intera giornata sarà dedicata alla Pace ed alla condivisione: dall’alba alla mezzanotte artisti, poeti, musicisti, semplici cittadini avranno a disposizione lo spazio Il Cantiere per esprimere la propria testimonianza a favore della Pace e contro tutti i conflitti che ostacolano il pacifico vivere sulla terra, ma anche dentro il nostro cuore e nella nostra anima. Per tutta la giornata il palcoscenico accoglierà declamazioni poetiche, testi teatrali, canzoni, musiche, performances, mostre e workshop.
Condivideremo anche cibo e idee, progetti e speranze. Raccoglieremo, inoltre tracce luminose oppure silenziose e fugaci della visione di pace di ognuno: una poesia scritta su un sasso o su un pezzo di stoffa; sulla sabbia o sulle foglie di un albero…Contemporaneamente a noi in Palestina il poeta Suleiman Daghash e in Brasile il filosofo e pittore Lucio Mustafà organizzeranno altri momenti di Poesie per la Pace.

Come sempre anche il pubblico potrà liberamente partecipare con varie proposte.

Tutti sono invitati a coinvolgere amici e più persone possibili per celebrare la Pace con molteplici voci.

La manifestazione è nata nel 2012 in collaborazione con l’Associazione Internazionale SICA [http://www.subud-sica.org], e da allora fa parte degli eventi diffusi che vengono creati per celebrare la Giornata della Pace dalla coalizione globale di associazioni non profit che partecipano alle iniziative di Peace one day [http://www.peaceoneday.org], organizzazione non profit riconosciuta dall’ONU, dall’Unicef , etc.

Fonte: comunicato stampa Facebook

Gualberto Alvino su “A quelli che non sanno che esiste il vortice”

Gualberto Alvino è uno dei pochi critici letterari degni di essere considerati tali. Studioso della lingua, filologo e scrittore d’avanguardia attualmente cura una rubrica di critica letteraria sul sito della Treccani. Riporto le sue parole schiette e precise sul mio libro A quelli che non sanno che esiste il vortice, un grande onore per me.

“La tua concezione della poesia è antipode alla mia, che nega la centralità dell’io lirico, mentre la tua la considera vitale. Ciò, tuttavia, non mi ha impedito di apprezzare la tua padronanza linguistica, la tua sagacia metrica e soprattutto la tua capacità di coinvolgere il lettore. Talvolta premi troppo il pedale dell’ira e del risentimento, ma questo fa parte del tuo essere…” 

Roma, 31 luglio 2019.

Sguardo a Levante

Dall’impegno nel dialogo interculturale e dall’amore per l’arte nasce “Sguardo a Levante”, una kermesse internazionale creata dall’incontro tra Ibdart Peace e Cultura4You.

L’inaugurazione si terrà il 21 luglio 2019 presso la prestigiosa sede del Centro Culturale Islamico della Grande Moschea di Roma alle ore 19.00.

A quelli che non sanno che esiste il vortice

In libreria Antonella Rizzo, «A quelli che non sanno che esiste il vortice».

Nella collana “Isole del suono” esce per Lavinia Dickinson Edizioni la raccolta di poesie “A quelli che non sanno che esiste il vortice”, di Antonella A. Rizzo. È un’opera che colpisce al cuore il lettore, affascinandolo e conquistandolo con una voce unica della poesia italiana. Lavinia Dickinson Edizioni ha scelto di puntare con determinazione e fiducia su questo libro, che raccoglie versi ispirati, toccanti, bellissimi. Un libro breve. Un libro che non finisce mai…

Roberto Malini

safe_image

 

Haiku al profumo di tè

Sabato 15 giugno inizia la rassegna “Profumi di Poesia” ideata da Dona Amati e Antonella A. Rizzo, alla sua II edizione. Sempre ad Aprilia, nell’accogliente salotto della Profumeria Prioli, con tante/i ospiti internazionali. Tema dell’incontro: “Haiku al profumo di tè”. Con Alessandro De Santis, Dalila Hiaoui, Manal Serry, Roberta Angeloni, Zrelli Sihem Gabes e, ovviamente, Giusy Prioli. Le armonie alla chitarra saranno di Irene Tempestini. Nel corso della serata Dona Amati presenterà il volume “Haiku della buona terra”, FusibiliaLibri.
Parte integrante della rassegna è il Premio letterario omonimo, per poesia, racconti e haiku. Sponsor di questa edizione: Profumitalia Milano.

E per immergerci nel viaggio sensoriale degusteremo i tè preparati dalle nostre ospiti secondo le loro tradizioni.

62140929_10205792977861750_35668994723676160_o

Aprile 2019

Condivido con voi le iniziative di aprile, sperando di fare cosa gradita…

Venerdì 12 aprile incontrerò insieme ad altri poeti i ragazzi dell’Istituto “Emanuela Loi” di Nettuno nell’ambito dell’iniziativa “Tra Storia e Poesia: donne, libri, e mito, per giovani tentati di leggere”.

Sabato 13 aprile il grande artista Marco Fioramanti presenterà la sua plaquette poetica  “HAI-K.O” nell’ambito della rassegna “L’ora del tè e delle parole” a Sezze, presso Arduini Delizie Setine; sarò la moderatrice dell’evento.

Domenica 14 aprile il mio libro “A dimora le rose” verrà rappresentato, insieme a Roberta Angeloni, Valentina Vetrano, Roberto Ventimiglia e Antonio Veneziani, in un evento performativo ad Aprilia presso l’ex-mattatoio.

Domenica 28 aprile parteciperò al reading “Terra di Palestina. Poesie e musica di pace”, organizzato dall’Ambasciata Palestinese a Roma con il patrocinio del Comune di Lanuvio e di associazioni culturali presso il Parco Berlinguer a Campoleone.